Faber – Tristan Garcia

Avevo dimenticato che ci trovavamo in quella baracca cadente sul lato delle valle di Aulac. Avevo dimenticato il suo odore, i suoi capelli stopposi e le scarpe da ginnastica bucate. Credo proprio che se ne fosse dimenticato anche lui. Come quindici anni prima, mi trovavo a fianco del più bel ragazzo mai visto e lo guardavo come la promessa di una vita eccezionale.

Ha trattenuto un rutto.

“Non l’ho mai detto a nessuno, se è quello che vuoi sapere. Nessuno l’ha mai saputo, a parte te e Basile. E’ andato tutto in fumo”.

“Lo so. Ma le abbiamo ricevute una settimana fa. Una lettera ciascuno”.

“E’ uno scherzo”.

“Ti ricordi cosa significa? Se qualcuno al di fuori di noi tre riceve questo simbolo, significa che il destinatario morirà. Se siamo io, te e Basile a inviarlo, vuol dire che il mittente sta chiedendo aiuto”.

E’ scoppiato a ridere, con quella risata cristallina e insolente – quella che faceva paura agli adulti.

“Lascia perdere. Avevamo quindici anni”. Poi mi ha fissato. Ho perso ogni sicurezza “Madeleine, non mi dirai che sei venuta per questo?”. Ha mescolato i fogli di carta, li ha fatti cadere sul pavimento. “Abiti sempre lì?”

Ho annuito.

“Seicento chilometri fino a qui? Perché avete ricevuto una lettera da ragazzini?”

cover_faber_web

TITOLO: Faber

AUTORE: Tristan Garcia

TRADUTTORE: Sarah De Sanctis

EDITORE: NNE Editore

PAGINE: 400

COSTO: 19,00€

Faber è bellissimo, straordinario. Rifiuta i limiti, promette una vita diversa e al liceo è stato lo spirito guida di una rivolta contro ogni ipocrisia e conformismo. Anni dopo, Madeleine e Basile, i suoi amici e seguaci più fedeli, ricevono una lettera che contiene una richiesta d’aiuto in codice. E decidono di sacrificare le loro vite ormai autonome per riportare a Mornay l’amico di un tempo. Il loro legame si rinsalda ma tornano a galla vecchi rancori e vecchie storie, anche quelle più segrete e tragiche, che li costringevano in un’alleanza soffocante. Faber si è ormai trasformato in una sorta di oscura leggenda: mostro manipolatore oppure antica divinità abbattuta dalla ferocia dei nuovi dèi. E i suoi amici si ritrovano in bilico tra fascinazione e paura.

Il romanzo del filosofo Tristan Garcia è una struggente storia di amore e di amicizia che racconta della lotta contro il tempo, della tragica battaglia per conservare le illusioni e dell’adolescenza breve e affamata che si erge solitaria in difesa dei sogni.

Questo libro è per chi ama osservare le sfumature bianco argento del fuoco, per chi ascoltava gli Smashing Pumpkins negli anni Novanta, per chi da bambino ha inventato un codice segreto per sfuggire ai nemici, e per chi crede che il futuro sia più antico del passato e che l’adolescenza sia l’ultima libertà che ancora abbiamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...