Io Sono Febbraio – Shane Jones

I preti affondarono le pale rugginose e appuntite nel cumulo di terra e riempirono di nuovo la fossa. Alcuni dei preti sentirono le lacrime solcare le loro guance, ma non provarono tristezza. Altri imposero alla propria mente di disfarsi del ricordo del vento.

pag. 13

Sentii un rumore metallico, e poi una fiamma calda vicino alla nuca, e poi il tessuto si sollevò dalla mia faccia e sbocciò in un enorme fiore che toccava il soffitto e cresceva verso gli angoli della mia camera.

Cosa si prova, disse mio padre.

Sembra di stare dentro una di quelle palle di vetro che i negoianti fanno in città, dissi, e ora ero salita in piedi sul letto, toccavo il fiore con la punta delle dita. E’ meraviglioso. E’ come la felicità.

Lo chiameremo, disse mio padre, pallone.

pag. 17

Bianca sussurra nell’acqua della vasca.

Forse i preti non sono veramente preti. Guarda in che modo si muovono quelle stupide tuniche.

Voglio stare al sicuro. Voglio vivere dentro il guscio di una tartaruga.

pag. 31

phpThumb_generated_thumbnailjpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...