Votate Robinson per un mondo migliore – Donald Antrim

Immaginate una città rosa stucco, bianco ventre di pesce, avviluppata da glicini e palme ondeggianti e pervasa dall’odore della frutta marcia che giace spaccata ai piedi degli alberi: manghi, papaye, mandarini squisiti, immaginate questa città ergersi al di sopra di banchi di coralli sbiaditi che si protendono verso l’alto solcando acque limpide e balneabili: il mondo sommerso dei pesci. E’ così che mia moglie, Meredith, chiama il mare. Suo padre faceva il pescatore d’ostriche. Si tratta, naturalmente, di un mestiere ormai scomparso, così come molti altri mestieri di cui un tempo viveva questo paradiso. Guardando fuori dalla controfinestra vedo i parenti di Meredith che setacciano la costa. Piegano la schiena, rivoltano le dune con palette giocattolo di plastica: gialle, rosso, blu. Quella gialla, lo so, appartiene alla madre di Meredith. Vorrei chiamare Helen, farle ciao con la mano, salutarla, ma so che lei farebbe finta di non vedermi, dopo quello che è successo alla piccola Sarah Miller dai capelli color del rame all’inizio della settimana scorso nel mio scantinato.

Una tragedia.

pag. 9

Oggi, seduto qui nella mia soffitta chiusa con i lucchetti, con una pila di appunti su cui preparare la lezione e un binocolo supergrandangolare di precisione per spiare il mondo esterno, oggi non sono più sicuro che suggerirei di far squartare vivo un ex sindaco nonché volontario della Camera di Commercio. Perché è questo che abbiamo fatto a Jim Kunkel dopo l’episodio degli Stinger. Da parte mia, lasciatemi dire, qui e ora, che provo rammarico per il ruolo che ho auto nel tribunale improvvisato radunatosi in via delle Dune, davanti al condominio di Jim.

Cosa avrei potuto fare, del resto?

pag. 12

71lZ-AbfmGL

TITOLO: Votate Robinson per un mondo migliore

AUTORE: Donald Antrim

TRADUTTORE: Matteo Colombo

EDITORE: Minimum Fax

PAGINE: 173

COSTO: 11,50 €

Immaginate una cittadina di provincia con le villette bianche, i giardinetti con l’erba falciata a puntino, il parco pubblico che si anima ogni domenica, una comunità di cittadini rispettosi della legge, una coppia che decide di aprire una piccola scuola privata. Ora immaginate che quelle villette siano difese da filo spinato e mitragliatrici; che in quei giardinetti siano scavati fossati irti di frecce avvelenate; che in quel parco pubblico si combatta una guerriglia, che i cittadini deliberino pubblici linciaggi e il giovane maestro – e i suoi scolaretti – abbiano una vera passione per le tecniche di tortura. Otterrete un romanzo dall’umorismo sulfureo, un cocktail di ironia e paranoia che vi brucerà piacevolmente la lingua, un originalissimo capolavoro di fantasia sinistra cheterrorizzerà i buonisti e appassionerà chi ama la letteratura fuori dall’ordinario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...