The Day After: L’Alba del giorno dopo

Ebbene si, Caro Lettore. Anche il Natale se ne è ito, portandosi via con se chili di carta colorata (la maggior parte non riciclabile), metri e metri di nastro per pacchi, chili e chili di plastica e tonnellate di cibo avanzato che potrebbe essere portato alle varie Caritas e/o mense dei poveri. Ma sorvoliamo su questi aspetti e facciamo un rapido bilancio (stavo per scrivere “bilanzio”… l’ho trovato quasi divertente, non so perché).

Ordunque, nei giorni fra il 24 e il 26 dicembre io ho: mangiato come un deportato appena liberato; bevuto come una spugna (ma solo spumante, acqua e coca-cola); dormito complessivamente 14 ore (avevo mangiato troppo!); scartato quattro regali; riso con mia cugina e con alcuni amici; ricordato con affetto chi non c’è più; avuto una crisi di nervi perché mio padre mi urlava nelle orecchie cosa dovevo fare (ciò accadeva ieri, 26 dicembre); riordinato in modo straordinariamente perfetto la mia camera; salvato il mio pupazzo preferito dalle mani di mia cugina Marta; buttato via vecchi fogli (che poi ho scoperto essere VITALI per me); guardato complessivamente 5 puntate di Miss Marple e 6 di Poirot; comprato 1 solo regalo di natale;

Adesso, nei giorni fra il 24 e il 26 dicembre io non ho: capito perché la gente si agita per ogni cazzata che succede nel mondo (Filippo d’Inghilterra è stato all’ospedale, e capirai! due anni fa mia nonna c’ha passato 3 mesi all’ospedale, compreso dicembre, ma nessun giornalista ne ha parlato); ringraziato Gesù Bambino per essere nato, con il sovrappopolamento globale meno siamo meglio è; fatto la carità (nessuno l’ha mai fatta a me, e poi non ho soldi da dare agli altri); partecipato alla messa di Natale; sentito lo spirito del Natale; mangiato il panettone, né il pandoro, né il ceppo; fatto gli auguri alle amiche lontane (non avevo soldi nel cell); fatto visita alle tombe dei cari estinti; fatto visita ai parenti che non vedo da anni; ringraziato Dio per i meravigliosi doni che mi ha dato (sono una stronza egoista!); fatto la dieta; visto “Canto di Natale di Topolino” D: ; fatto una lista dei buoni propositi per l’anno a venire; aperto libro per studiare per il prossimo (fottutissimo) esame;

 

In sostanza posso dire questo: niente è cambiato, sono sempre la stessa della settimana scorsa. Solo che adesso sono dotata di: un paio di cuffie nuove per l’mp3 (amo questo regalo più degli altri!), due collane e un paio di orecchini.

Non mi sento più buona, non lo sono stata, non lo sarò. Come diceva Johnny Depp nel film The Libertine “e non ho alcuna intenzione di piacervi”.

ps ora vi metto le foto dei regali! Così, giusto perché non so cosa fare 8D

le cuffie

 

gli orecchini piumati (purtroppo a questa luce non rendono)

 

collana con farfalle

 

collana con bambola (bambola molto fashion)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...